Il piatto doccia è diventato un vero e proprio complemento d’arredo e va scelto per inserirsi coerentemente nel progetto bagno. Misure, finiture, colori, forme: studia tutto con attenzione; i modelli ora disponibili si integreranno armoniosamente in qualsiasi ambiente bagno. Ma diamo un’occhiata più da vicino a come scegliere il piatto doccia ideale. Quale vassoio scegliere: dimensioni, materiali e colori.

Se stai progettando la tua zona doccia e le tante alternative in commercio ti confondono, questo articolo ti darà alcune informazioni utili.
Parti dal criterio fondamentale: quali elementi devi considerare per capire quale piatto è il più adatto al tuo bagno?

Cos’è il piatto doccia e perché è importante?

Un piatto doccia è una parte essenziale di un box doccia perché dirige il flusso d’acqua verso il punto di scarico del bagno. Devi scegliere quello giusto, ben costruito e resistente. Anche l’installazione è importante. Se l’installazione è amatoriale, la qualità del piatto doccia è nulla.

Poiché l’acqua scorre nella direzione di minor resistenza, una volta che l’acqua inizia a seguire il percorso sbagliato allontanandosi dal punto di drenaggio, può essere difficile correggere il percorso. Pertanto, il corretto montaggio è fondamentale, in quanto garantisce un rapido drenaggio, previene costose perdite e mantiene il bagno impermeabile.

Diamo una rapida occhiata ad alcuni consigli utili per scegliere il piatto doccia giusto per il tuo bagno.

Dimensioni del piatto doccia

Esistono tre tipi di piatti doccia:

  • con dimensioni standard non modificabili (es. 70×90, 80×100, 80x120cm);
  • disponibili in varie dimensioni che variano di pochi centimetri l’una dall’altra. Questi sono più versatili e adatti nella maggior parte dei casi (es. la larghezza di alcuni piatti è fissa – 70 cm – e le lunghezze variano da 80 a 180 cm);
  • su misura realizzati su disegno del cliente, con forme irregolari.

È chiaro che devi tenere a mente non solo i tuoi desideri e il tuo gusto, ma anche la disposizione del bagno, per vedere se hai lo spazio per un piatto doccia standard o se ne hai bisogno su misura.
Nel caso di un bagno più complesso, ad esempio con colonna, pareti non veritiere o nicchie irregolari che escludono un piatto standard, è necessario un piatto doccia su misura per te, oppure adattabile in fase di montaggio: in altre parole, non devi rinunciare al design e allo stile, anche in ambienti difficili da progettare.

Le dimensioni del piatto doccia contano

La dimensione è un fattore importante da considerare prima ancora di valutare il materiale. Se non è delle giuste dimensioni, l’acqua fuoriesce poiché il piatto doccia non riesce a trattenere tutta l’acqua all’interno.

Accade, quindi, che l’acqua fuoriesce dalla doccia, provocando la formazione di muffe, una forma comune di danno causato dall’acqua. Alla fine, ciò comporterà riparazioni costose, soprattutto se non si nota subito il guasto. Inoltre, la crescita della muffa può causare seri problemi di salute. Pertanto, l’acquisto del piatto doccia della giusta misura è della massima importanza.

Forma

Il tuo piatto deve adattarsi perfettamente al tuo box doccia in modo che tutta l’acqua rimanga all’interno. Questo adattamento preciso dipende dalla forma del vassoio. Diverse forme del piatto doccia si adattano a diverse dimensioni del bagno. Alcune di queste forme sono:

  • Quadrato: solitamente è la dimensione ritenuta standard disponibile tra i 700 e i 1000 mm, che ben si sposa con molti stili di posa in opera.
  • Rettangolare: è spesso più grande e spazioso del precedente. Solitamente predilige la presenza di ante scorrevoli che eliminano lo spazio di apertura. Questo tipo di piatto è ideale se preferisci una doccia con più spazio per muoverti.
  • Angolare: è il tipo di piatto che cerca di sfruttare al meglio gli ambienti bagno più contenuti grazie al raggio curvo che delimita il bordo intorno. Anch’esso presenta ante scorrevoli curve.
  • Altre forme personalizzate: viene scelto quando il bagno ha bisogno di un piatto di forma irregolare. Quelli irregolari più comuni formano una P e una D in pianta.

Montaggio del piatto doccia

Piatto doccia filo pavimento o appoggiato sopra? Spesso la decisione è condizionata dallo spazio necessario allo scarico. Se la tua casa è in costruzione, non ci sono problemi, ricordati solo di avvisare l’installatore in tempo.
Se invece stai ristrutturando, dovresti pensare alla posa di un piatto incassato: il progettista dovrà verificare se c’è abbastanza spazio per lo scarico.
In entrambi i casi alcuni modelli sono dotati di una bordatura, che è allo stesso tempo attraente e utile per contenere l’acqua.

Altro punto importante per quanto riguarda la posa è la scelta di un piatto inclinato oppure con piatto fisso e parte piana. Questo dipende dalla posizione dei rubinetti doccia e dal tipo di box doccia: nel caso di Walk-in; ad esempio, ha senso lasciare la soglia piatta e la pentola con lo scarico nella parte racchiusa da vetro.

Materiale

Il colore e il materiale giocano un ruolo importante. Questi due fattori possono trasformare un bagno normale in un bagno straordinario. Ogni materiale ha i suoi vantaggi e svantaggi. Alcuni dei materiali popolari includono:

  • in resina di pietra è robusto ed elegante. Questo piatto è costruito utilizzando una miscela di pietrisco e resina. Il composto viene versato in uno stampo e solidificato. Il vassoio viene quindi spruzzato con uno strato protettivo di gel. Nella loro costruzione è incluso anche un design antiscivolo.
  • in ceramica è conveniente e durevole. E come un lavabo da bagno, è resistente alle macchie. Il rovescio della medaglia, i piatti in ceramica sono pesanti e freddi al tatto.
  • in acrilico è disponibile in un assortimento di dimensioni e forme. Sono convenienti come la ceramica e anche facili da installare.
  • con rivestimento in acrilico fornisce la robustezza robusta di un vassoio in resina con uno strato di un’elegante lastra acrilica sulla parte superiore per una finitura premium.
  • in marmo è senza dubbio il più esclusivo. Il marmo classico completa qualsiasi design della doccia del bagno. Tuttavia, i due inconvenienti di quelli in in marmo sono che sono pesanti e costosi.

Colori del piatto doccia

Così come tornano di moda i sanitari colorati, coordinati con i mobili o con le piastrelle, i piatti doccia possono essere coordinati con l’arredo bagno grazie alla scelta dei colori disponibili per ogni modello. Il colore è uno dei fattori che aiuta a creare un interior design armonioso e personalizzato che trasuda stile e personalità. Pensa ad esempio di coordinarlo con la finitura dei tuoi pensili o con il top e il lavabo integrato.

Conclusioni: non trascurare mai la pulizia 

Nella scelta di un piatto doccia è importante valutare il materiale utilizzato anche in base alla facilità di pulizia e manutenzione. Più semplice è la superficie, più facile è da pulire e più a lungo manterrà il suo aspetto attraente.
Ogni materiale ha le sue peculiarità e necessità; ad esempio è meglio evitare detersivi aggressivi su alcuni di essi, mentre per altri non è un problema.

Per la scelta e l’installazione del piatto doccia giusto per la tua casa è opportuno rivolgersi a professionisti del settore.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.
×

Ciao!

sei ha bisogno di assistenza contatta il nostro operatore su WhatsApp o inviaci una mail a info@mielearredo.com

× Hai bisogno di aiuto?